Che cos’è la letteratura 9. Discorso, sapere e potere.

Emporio Porpora, Both Phoning, 2012

9. Letterarietà e “discorso”: sapere e potere.

Il termine “discorso” ha molti significati, e nel tempo è stato in luogo di molti termini letterari. Per esempio discorso significava: genere, stile di un autore, disciplina, idee o tesi sostenute da una o più persone, ecc. Compare poi in narratologia fra le tre categorie di storia, trama e discorso (in inglese: story, plot, discourse). Il “discorso” è la linearità del testo così come lo leggiamo, parola per parola. Esso si distingue dalla “trama”, che è il riassunto dell’azione narrativa nell’ordine in cui i fatti narrati sono presentati al lettore, con anticipazioni e rimandi. Infine vi è la “storia” che è costituita dagli stessi fatti della trama, ma nell’ordine logico e cronologico in cui sono avvenuti. Continua a leggere

Che cos’è la letteratura 7. La nozione di letteratura nel tempo

Leonardo Terzo, Regent’s Park Horizon , 2010

Noi abbiamo distinto le funzioni del linguaggio per cui abbiamo identificato la letteratura e in genere l’arte con la funzione estetica e autoriflessiva, ma questo è il punto di passaggio di un processo storico della cultura europea e occidentale che, a partire dal Settecento, istituisce la categoria dell’estetica, e separa l’arte dalle altre funzioni a cui sono adibiti i prodotti dell’ingegno umano. Continua a leggere