Leonardo Terzo, Coscienza estetica e scientifica

Leonardo Terzo, Coscienza etica, 2019

Coscienza estetica e scientifica.

La vita umana è orientata alla coscienza dell’esperienza. La coscienza è il risultato e l’interpretazione dell’esperienza. Poiché l’esperienza si acquisisce con l’intelletto e i sensi, le due dimensioni esplorative e fruitive sono dialettiche e, allo stesso tempo, distinguibili, coordinabili e collaborative. L’arte esplora il sensibile per renderlo intelligibile, la scienza esplora ed elabora l’intelligibile per realizzarlo nel sensibile.

Sia l’arte che la scienza tendono all’esplorazione del nuovo: l’arte tramite la gratificazione prodotta dall’efficienza formale e dalla dimensione ludica; la scienza tramite la gratificazione utilitaria delle scoperte fattuali. Entrambe esplorano l’orizzonte problematico e realizzano la creatività, il piacere della percezione e la soddisfazione della scoperta.

Lo specifico dell’arte è oltrepassare ipoteticamente la realtà tramite l’immaginazione e la trasfigurazione formale; lo specifico della scienza è ipotizzare la possibilità e verificarne la realizzazione