Che cos’è la letteratura 6. Canone e anti-canone.

Emporio Porpora, Stage and Sidestage, 2012

L’idea stessa di letteratura moderna (cioè nelle lingue “volgari”, da non confondere con “modernista”) nasce parallelamente al formarsi degli stati nazionali. In questa fase il canone contribuisce al processo di autocoscienza che conduce alla legittimazione culturale della comunità nelle sue nuove dimensioni. Questo spiega perché talvolta una chiusura autoritaria subentri all’autorevolezza inclusiva. Leggi tutto “Che cos’è la letteratura 6. Canone e anti-canone.”

Che cos’è la letteratura 5. Il canone.

Hic Sunt Group, Banksy’s Caron Dimonio, 2012

Il cosiddetto canone è a sua volta parte delle istituzioni ed è determinato dal materializzarsi delle istituzioni letterarie in un corpus di testi, che propriamente lo costituiscono. Esso, come abbiamo anticipato, è l’effetto dell’innesto della dimensione cognitiva su quella normativa dell’istituzione letteraria. Ciò può avvenire per gli interessi più vari, ma per interessi che comunque sono sufficientemente forti da imporre questi testi come istituzione alle altre istituzioni. Del canone possiamo dare una definizione formale e paradigmatica come quella appena delineata, e varie definizioni storiche, che descrivono il formarsi concreto del canone in ogni cronotopo nazionale o internazionale, secondo gli interessi di volta in volta prevalenti e vigenti. Leggi tutto “Che cos’è la letteratura 5. Il canone.”

Europa, la ricerca della misura culturale ideale, di Patrizia Nerozzi

6a00d8341c684553ef01538ffe0572970b-320wiSe dovessi collocare il mio intervento nei generi di una retorica non letteraria, aggiornata ai tempi, lo definirei un preambolo programmatico. In questo senso mi limiterò ad enunciare una serie di problemi e di idee guida suscettibili di sviluppo a più livelli, anche come ipotesi di programma di politica culturale. Leggi tutto “Europa, la ricerca della misura culturale ideale, di Patrizia Nerozzi”

Luogo, non-luogo, logo, no-logo: da Marc Augé a Naomi Klein.

Hic Sunt Group, Autoritratto in non-luogo, 2011

Il concetto di non-luogo di Marc Augé si riferirebbe a quei luoghi di passaggio come aeroporti, stazioni, svincoli autostradali, ecc. dove le persone non vivono sufficientemente per riconoscersi in essi, e di conseguenza questi luoghi non avrebbero identità. La cosa sarebbe aggravata dal fatto che tali luoghi sarebbero uguali in tutto il mondo, ed egualmente indistinti e spersonalizzati. Leggi tutto “Luogo, non-luogo, logo, no-logo: da Marc Augé a Naomi Klein.”

Che cos’è la letteratura 4. La letteratura come istituzione.

Emporio Porpora, Che cosa dice l’architettura, 2012

 

4. La letteratura come istituzione

La pratica della letteratura come comportamento umano ha poi un aspetto istituzionale di importanza basilare. Il riconoscimento stesso della letteratura come categoria della cultura umana, e i comportamenti pratici che permettono la produzione letteraria, comportano un’organizzazione sociale istitutiva. Occorre perciò fare una breve discussione di questo aspetto. Leggi tutto “Che cos’è la letteratura 4. La letteratura come istituzione.”

Navigare in rete e la filosofia del viaggio

Leonardo Terzo, China Dream, 2002

1. Viaggio e narrazione
La filosofia del viaggio si articola sul significato di tre nodi spazio-temporali: la partenza, il transito, l’arrivo che, animati da motivazioni, intenzioni e fini, si collocano in un quadro di configurazioni cosmologiche distribuite tra due emisferi: quello edenico del romance e quello infero dell’ironia e della satira. Leggi tutto “Navigare in rete e la filosofia del viaggio”