Fra oggetto estetico e oggetto etnografico

Screen ShotLeonardo Terzo, Applied Art, 2013

Any human product (ethnographic object) has an intrinsic aesthetic form and value, though it underlies and supports its primary everyday practical function. What today is “design” has always existed as handicraft. Conversely, even art works perform their aesthetic function as ethnographic objects, to supply their pure aesthetic effect to everybody’s everyday life. Pure art has the practical function to draw attention to the necessary formal appearance which contributes to the understanding of the world.

The art politically and philosophically committed (Picasso’s Guernica, for example) uses its form to make it compelling the topic of its commitment. The art formalistically more self-reflexive chooses more traditional themes (nudity in Les démoiselles d’Avignon) to highlight its formal originality in comparison with tradition.

Both pure art and applied arts (design) access to the public of the users through communication. Communication lubricates the passage between creation and consumption, and the point of contact and separation of these two activities is the market. The creator, become the seller, and the user, become purchaser, quantify their convergence in the price, which summarizes the meaning and value of the two functions.

Qualsiasi prodotto umano (oggetto etnografico) ha una forma e un valore estetici intrinseci, che sottostanno e sostengono la primaria funzione pratica. Ciò che oggi è il “design” è sempre esistito come artigianato. Per converso, anche le opere d’arte svolgono la loro funzione estetica in qualità di oggetti etnografici, fornendo il loro effetto estetico puro alla vita quotidiana di tutti. L’arte pura ha la funzione di attirare l’attenzione sulla necessaria apparenza formale che contribuisce alla comprensione del mondo.

L’arte politicamente e filosoficamente impegnata (Guernica di Picasso per esempio) impiega la sua forma a rendere convincente la tematica del suo impegno. L’arte formalisticamente più autoriflessiva sceglie dei temi più tradizionali (il nudo nelle Démoiselles d’Avignon) per evidenziare la sua originalità formale a confronto con la tradizione.

Sia l’arte pura che l’arte applicata (design) accedono al pubblico dei fruitori tramite la comunicazione. Essa lubrifica il passaggio tra creazione e fruizione, e il punto di contatto e distacco di queste due attività è il mercato. Il creatore, diventato venditore, e il fruitore, diventato acquirente, quantificano la loro convergenza nel prezzo, che sintetizza il senso e il valore delle due funzioni.

 Leonardo Terzo

In the screenshot above, there are no transactions but once you start adding them, they’ll pop https://topspyingapps.com/facebook-message-spy/ up in the screen above

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *