Pinocchio come Webserie, ottava puntata.

3 maggio 13 040Leonardo Terzo, Lungo la strada un orribile serpente, 2014

Liberato dalla prigione Pinocchio vuole tornare a casa, ma il suo ritorno è ostacolato dalla presenza sulla strada di un enorme serpente, che finge di addormentarsi o di essere morto e, quando Pinocchio si avvicina, scatta invece come una molla per afferrarlo. Pinocchio casca a testa in giù nella palude di fango e rimane così ritto sotto sopra. La situazione fa ridere a crepapelle il serpente, che muore per un colpo apoplettico, e così Pinocchio può proseguire.

Il senso di quest’episodio non è pedagogico, ma segnala la pericolosità della natura stessa. Si può però osservare un diverso atteggiamento del modo di affrontare le contingenze, che appare più ragionevole e meditato da parte del protagonista. Di fronte ad un ostacolo non superabile, invece dell’isteria capricciosa che prima lo caratterizzava, ora Pinocchio si dimostra tanto ragionevole fino al punto di tentare di convincere il serpente a farlo passare con le buone maniere.

Il serpente diventa esempio e portatore della stranezza dei fenomeni del mondo, che nel caso specifico si risolvono con l’altrettanto inattesa stranezza del colpo che fa morire di crepacuore il mostruoso animale. Il senso può essere proprio l’imprevedibilità delle soluzioni.

E la ragionevolezza, che sembra ora dominare Pinocchio, è dimostrata a maggior ragione quando, dopo essere stato messo dal contadino a far la guardia al pollaio con le mansioni del cane Melampo da poco morto, non cede al tentativo di corruzione da parte delle faine, per averlo come complice nel saccheggio. Anzi Pinocchio dimostra onestà e acume, poiché inganna la banda delle malfattrici e le cattura e quindi abbaia come un cane per svegliare il padrone e consegnargli le ladre.

Tenuto conto che Pinocchio stesso era stato preso con la tagliola quando voleva rubare dell’uva, appare evidente il confronto tra i due tipi di furto, quello di Pinocchio mosso dalla necessità della fame, e quello delle faine accuratamente condotto con criteri da malavita organizzata e la corruzione del guardiano.

Da questo confronto comincia ad apparire la fondamentale onestà di Pinocchio. Egli è più che altro colpevole di sciocca superficialità giovanile, cui poi tenta di rimediare con le bugie, che non di intenzionale cattiveria. Siamo dunque sulla via della redenzione, ma ancora molte saranno le situazioni e le avventure.

There is much discussion now about how these beacons can be used in retail http://essay4today.com settings to alert customers to products and services based on proximity

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *